Nuragic Park: un parco-museo sulla civiltà nuragica

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Storicamente, i Sardi sono stati i protagonisti indiscussi dell’età del bronzo e hanno dominato il Mediterraneo. Testimonianze in tal senso arrivano anche dagli antichi Egizi e gli antichi Greci, che ne esaltarono le gesta. Una politica miope, anche e soprattutto nel campo dell’istruzione primaria e secondaria, oltre che in campo archeologico, ha fatto si che il Popolo Sardo non abbia ancora avuto il posto che merita nella storia. Anche per questo, Gli ultimi Nuragici hanno deciso di realizzare un museo multisensoriale all’aperto che sorgerà in una parte del parco di La Sughereta (Tortolì, Ogliastra, Sardegna), attraverso cui sarà possibile condividere e diffondere la storia e la conoscenza della civiltà prenuragica e nuragica. Oggi, la cooperativa ha una collezione unica al mondo, composta da circa 150 pezzi di bronzo e altrettanti in argilla, oltre a 10 set completi di armature. Tali oggetti sono stati realizzati grazie a tecniche e strumenti arcaici, quelli presumibilmente utilizzati dai nostri antenati.
Nel parco saranno esposte tutte le riproduzioni, verranno allestite capanne laboratorio per poter assistere in prima persona alla lavorazione del metallo, dell’argilla, oltre ad una panoramica esaustiva di ciò che la è stata la quotidianità dei Nuragici.Per realizzare questo ambizioso progetto è stata lanciata una campagna di crowdfunding sul portale EPPELA. La somma da raccogliere entro il 10 luglio è di 40000 euro che serviranno per avviare le prime fasi del progetto.

La scoperta della civiltà Nuragica può iniziare con una piccola DONAZIONE anche perché, come dice il maestro Andrea Loddo, nessuna civiltà merita di essere dimenticata.

Meno che mai la nostra, aggiungeremmo noi di Anima Sarda.

Nuragic Park: un parco-museo sulla civiltà nuragica ultima modifica: 2017-06-07T20:15:44+00:00 da Pierluigi Porcu